Privacy Policy Cookie Policy WILDLIFE&ROADS | Studio Geco
Telefono & Fax 0522 991064 studio@studio-geco.it

WILDLIFE & ROADS

Sperimentiamo soluzioni per rendere sostenibile il rapporto tra fauna selvatica e traffico

WILDLIFE AND ROADS

Si propone come un “contenitore” che raccogliendo il contributo dei Partners e grazie alla collaborazione dei singoli Cittadini risulti essere uno strumento utile alla gestione dei Vertebrati di grandi dimensioni (in particolare ungulati selvatici), nei territori fortemente antropizzati e frammentati, dove la convivenza tra questi Mammiferi e l’Uomo è molto difficile.

In ogni provincia italiana si stima siano travolti ogni anno oltre 15.000 animali, con tendenza all’aumento. Le collisioni con gli Ungulati selvatici sono un rilevante fattore di rischio per i conducenti: in Italia tra il 1995 e il 2005 oltre 150 persone sono morte a causa di incidenti con esemplari di fauna selvatica di grandi dimensioni.
Grazie alla spinta promotrice della Regione Emilia-Romagna e all’impegno delle Province di Piacenza, Reggio Emilia, Modena e Rimini, a cui si è aggiunto L’Ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale, Studio Geco si è potuto occupare del delicato tema fauna e viabilità. Il prezioso contributo dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale è stato determinante per dare la giusta direzione alle attività svolte.
L’obiettivo principale del Progetto è individuare soluzioni per ridurre il numero di incidenti che vedono coinvolti ungulati selvatici e che sono in costante aumento negli ultimi anni. L’analisi delle realtà contemplate nel Progetto, l’esperienza acquisita durante lo sviluppo delle attività, il confronto costante con gli stakeholder coinvolti, la partecipazione a momenti di scambio e condivisione delle conoscenze acquisite, con gruppi che si stanno occupando della materia a livello nazionale, sono stati i presupposti per la messa a punto degli strumenti individuati.
Le attività sviluppate nel Progetto, oggi al secondo stralcio di attuazione, rientrano tra le azioni del Piano faunistico-venatorio regionale in vigore

ATTIVITA’ DI PIANIFICAZIONE.

I dati raccolti sinora, in parte già pubblicati (POSTER), sono incoraggianti. Nei tratti tratti stradali oggetto degli allestimenti abbiamo osservato una sensibile riduzione delle collisioni che vedono coinvolti ungulati selvatici: in tre casi dei cinque analizzati le collisioni si sono azzerate; nei restanti tratti le collisioni si sono perlomeno dimezzate

FAUNA SELVATICA E INCIDENTI STRADALI.

PANNELLI

Ad oggi abbiamo ideato realizzato installato e sottoposto a monitoraggio di efficacia due tipologie di pannelli sperimentali, con diversi layout.

1        2

Sono entrambe soluzioni non standard (ovvero non previste dal codice della strada) che hanno lo scopo di comunicare con immediatezza al conducente il tipo di rischio che corre, grazie ad immagini esplicite ed evocative.

  

La misurazione strumentale del comportamento dei conducenti effettuata prima e dopo l’installazione dei pannelli, ci ha permesso di verificare il buon funzionamento di entrambi: come ci aspettavamo il pannello evoluto ha fatto registrare le performances migliori.

Attualmente i nostri pannelli sono installati in quattro tratti stradali nelle province di Piacenza e Reggio Emilia

MAPPA

DISSUASORI ELETTRONICI

Si tratta di soluzioni molto promettenti poiché potenzialmente utilizzabili in svariate situazioni.

Abbiamo utilizzato due modelli di dissuasori acustico/visivi, che combinano luci a LED nella gamma visibile agli ungulati selvatici, con segnali sonori. Sono alimentati da un pannello fotovoltaico integrato e posseggono un sensore che viene eccitato dalla luce dei fari dei veicoli in avvicinamento: il dispositivo si attiva tra le due fasi crepuscolari (tramonto-alba) per tutta la notte al sopraggiungere dei veicoli, mentre entra in stand-by in assenza di transito veicolare.

  

http://wildwarner.at/  –  http://www.ipte.at/index.php/en/

Abbiamo testato sperimentalmente l’efficacia dei due diversi dispositivi: entrambi si sono rivelati efficaci, ma con performances diverse.

Il terzo tipo di dissuasore impiegato si basa invece sull’emissione di un segnale sonoro propagato ad elevata potenza (110 dB misurati ad 1 metro di distanza) nella banda ultrasonica.

(https://www.natechescape.com/)

I test di efficacia hanno mostrato risultati molto incoraggianti e non solo sugli ungulati…

Nel complesso abbiamo allestito quattro tratti stradali con i dispositivi descritti

MAPPA

SENSORI

Si tratta di dispositivi, dotati di apparecchiature (es. termo-camere, laser, infrarossi) in grado di rilevare e segnalare la presenza di fauna in prossimità della strada.

I sensori sono collegati in modalità wireless ad una centrale elettronica, che a sua volta comunica con la cartellonistica posta ai lati della strada.

La segnaletica è dotata di dispositivi luminosi di allarme, che si accendono grazie ad un segnale inviato dalla centrale, solo nel caso di reale avvicinamento di animali in carreggiata: in condizioni di assenza di rischio (quando non ci sono animali nel raggio d’azione del sensore), la segnaletica è spenta, mentre inizia a lampeggiare solo al sopraggiungere degli animali, avvisando gli automobilisti di ridurre la velocità.

Nell’ambito del progetto è stato allestito un tratto stradale con la soluzione decritta Sulla SP 76 nei pressi di Pennabilli, in provincia di Rimini.

MAPPA

L’impianto descritto si è rivelato efficace: le collisioni nel tratto allestito si sono infatti azzerate

MATERIALI CORSO SULLA CONSERVAZIONE E GESTIONE DELLA FAUNA

Si tratta di un allestimento molto valido, che tuttavia necessita di un programma di monitoraggio e di manutenzione e che appare sensibile ai cambiamenti delle abitudini degli animali ad esempio nel caso di modificazioni nella distribuzione e disponibilità delle risorse(es. taglio del bosco; modifica del mosaico agricolo)

FAUNA SELVATICA E INCIDENTI STRADALI

Associazione tra Professionisti

Piazza Pighini, 7
42019 Arceto (RE)

Telefono & Fax
0522 991064
studio@studio-geco.it
PEC: studio.geco@pec.it
PARTITA IVA/C.F. 02384780355
Codice Univoco SDI: M5UXCR1

PER MAGGIORI INFORMAZIONI